La mia terra: Emilia Romagna


Sono nato e vivo in una regione tra le più interessanti e attive d’Italia, il giusto mix tra aspetti rurali , agricoltura evoluta e industria.

Distingue la mia gente il pragmatismo, l’ospitalità e la capacità di industriarsi facendosi da soli.( e anche un tot di sana pazzia)

La Via Emilia è la sottile linea rossa che taglia a metà la regione, percorrendola si rivive il mito  dei motori, Ferrari, Lamborghini, , Ducati, Morini, Malaguti  e i suoi campioni, una costellazione di aziende meccaniche di altissimo livello nel mondo dell’ automazione, dell’imballaggio farmaceutico ed alimentare, i distretti di elettronica, della  Ceramica, del Wellness (come Technogym), fino ad arrivare al mare dove è collocata la più grande “macchina” per il divertimento, l’accoglienza e le vacanze d’Italia.

Tutto questo si coniuga con la tradizione alimentare di una cucina straordinaria e di luoghi da favola dove trovare ristoro e momenti di cultura.

Un tessuto ricco di Aziende, ma anche attento alla formazione universitaria e alla ricerca.

Il mio “laboratorio” è collocato nel cuore della Romagna, a Modigliana,  circa  una mezz’ora da Bologna e da Rimini, nella via che porta anche a Firenze attraveso l’appennino (80 Km). Quindi una condizione di facile approdo e nello stesso tempo  la possibilità di raccogliere le idee con la giusta concentrazione tra le colline e i vigneti.

Modigliana è un piccolo centro industrioso e agricolo, con una lunga storia che parte come villaggio dei Galli Boj per poi essere sottomesso dai Romani e via via attraveso i secoli presidio dei Conti Guidi ( Guido Guerra) fino alle gesta dei Patrioti come Don G.Verità che ospitò Garibaldi fuggitivo…. e gli illustri personaggi nati e in parte vissuti nel paese, come il macchiaiolo Silvestro Lega,  il premio Nobel dell’economia Modigliani e il mitico Prof. Roncadino.